Le bevande alcoliche

Le bevande alcoliche sono costituite prevalentemente da acqua, alcol puro o etanolo, e una quantità variabile di zucchero; la presenza di altri nutrienti, come proteine, vitamine e minerali, è solitamente trascurabile.
Le calorie apportate dalle bevande alcoliche derivano quindi esclusivamente dall’etanolo e dallo zucchero.

L’etanolo, pur apportando una notevole quantità di energia – 1gr produce circa 7 kcal – non ha alcun valore nutritivo, anzi la sua assunzione, se eccessiva e protratta nel tempo, può determinare danni psichici e fisici estremamente gravi, oltre a dare dipendenza come una qualunque droga.

La gradazione alcolica indica la quantità di alcol etilico presente in 100ml di bevanda alcolica.
Per il consumo di alcol si usa come unità di misura il “drink” per semplificare i calcoli.
1 drink corrisponde a 1 bicchiere di vino (da 125ml – 12°) o 1 lattina di birra (da 330ml – 5°) 1 bicchiere piccolo di aperitivo (da 80ml per 18°) e 1 bicchierino di superalcolico (40ml per 36°)

Questi sono valori medi poichè esistono molti tipi di bevande con diverse gradazioni alcoliche.
Gli uomini dovrebbero limitarsi a non più di 3 drink al giorno mentre le donne a non più di 2.
Considerando un drink 12g di alcol si possono fare i conti a grandi linee su quanto si può bere.

ml bevanda x gradazione x 0,8/100 = grammi.
Ogni 12 grammi è 1 drink.

 

Dicerie sull’alcol:

Meglio bere a stomaco pieno: VERO

Bere a stomaco pieno rallenta l’assorbimento dell’alcol e riduce le conseguenze di un’elevata alcolemia. Ma ricordate che bere a stomaco pieno non ci consente di bere più del dovuto!

Il vino rosso contiene antiossidanti: VERO MA…

il vino rosso contiene sostanze antiossidanti e protettive, in particolare il resveratrolo, ma il ruolo protettivo di tali sostanze si ottiene ad alte concentrazioni.
Nell’uomo non è possibile riprodurre tali concentrazioni in quanto servirebbero molti litri di vino al giorno.

Le bevande alcoliche dissetano : FALSO

Il metabolismo dell’alcol richiede un maggior quantitativo di acqua con conseguente disidratazione.

L’alcol aiuta la digestione : FALSO

L’alcol rallenta la digestione poichè altera lo svuotamento gastrico

L’alcol riscalda : FALSO

La percezione di calore è solo temporanea dovuta alla vasodilatazione indotta a cui segue un successivo raffreddamento dovuto a perdita di calore corporeo.

NON ESISTE UNA DOSE SICURA per il consumo di bevande alcoliche.